Archive for the "internet" Category

24
nov

Le caselle PEC al cittadino vengono fornite gratuitamente da Inps e ACI ma attenzione:

Le Caselle PEC al cittadino consentono lo scambio di messaggi di posta elettronica certificata esclusivamente verso indirizzi PEC della Pubblica Amministrazione. Tramite le PEC al Cittadino non è possibile scambiare messaggi con indirizzi di posta elettronica certificata che non siano quelli della Pubblica Amministrazione e con indirizzi di posta elettronica ordinaria.

Gostec offre invece caselle di Posta Elettronica Certificata (PEC) senza limitazioni di utilizzo verso i destinatari e con diversi servizi accessori, come ad esempio la certificazione del dominio di proprietà del cliente o la notifica tramite SMS per un servizio ancora più completo.

Il tutto a prezzi molto contenuti.

Visita la pagina dedicata per maggiori informazioni

 

 

Gostec ricorda che, in base all’attuale normativa, tutti i professionisti iscritti in Albi o elenchi professionali come, avvocati, ingegneri, architetti, dottori commercialisti sono obbligati a dotarsi di Posta Elettronica Certificata entro il 28 novembre 2009.

20
nov

Cos’è un Blog? Un diario personale, un insieme di commenti sugli argomenti più disparati, un luogo dove dialogare, condividere esperienze con l’inserimento dei più vari contenuti, una fonte continua e sempre aggiornata di notizie.

Un blog nasce come un sito web, che può essere creato autonamemente sia da una persona come privato, sia da un’azienda. I contenuti che si possono inserire variano a seconda dell’impronta che si vuole dare al blog.

Per questo esistono diverse tipologie di blog, tra cui le più diffuse sono:
blog personali (i più diffusi) dove gli autori vogliono descrivere le proprie opinioni ed esperienze personali per condividerle in rete;
blog di attualità per inserire e commentare notizie a carattere nazionale di fatti di attualità;
blog tematici, che vertono su un tema particolare ed in grado di richiamare l’attenzione delle più disparate persone per esprimersi su un interesse comune;
blog aziendale tenuti da dipendenti di un’azienda;
blog directory che diventano delle vere e proprie raccolte di link su un argomento preciso;
photoblog in cui vengono pubblicate foto invece che testi;
blogames in cui vengono pubblicati giochi;
blog watch in cui vengono fatte delle critiche a contenuti che l’autore trova online;
vlog e mlog che sono blog in cui, rispettivamente, sono utilizzati video e file musicali come forme di distribuzione dei contenuti;
nanopublishing che sono blog monotematici e redatti da più persone.

In questi ultimi periodi stanno prendendo piega blog di tipo politico, utilizzati, appunto, da politici per interfacciarsi coi cittadini per esprimersi su problemi a carattere per lo più locale.
Infine gli urban blog riferiti ad una entità territoriale definita come una città o un paese che raccoglie i pensieri e le idee che riguardano questo territorio.

Un po’ di storia

Il primo blog nasce nel 1997 in America ed appare per la prima volta sul sito personale di Berger. Il termine blog è una contrazione di web-log "traccia su rete". L’idea a Berger è venuta perchè, da appassionato di caccia, volle inserire all’interno del proprio sito i risultati delle sue ricerche sul web riguardanti questa passione, per poterli condividere con tutti.
Il termine blog ha portato alla nascita di altri termini come il verbo to blog e il nome blogger che identifica coloro che pubblicano i propri contenuti in Internet attraverso questo mezzo.

Perchè creare un blog

In considerazione dell’uso che se ne viene fatto, il blog può considerarsi un DIARIO SUL WEB.
Se si vuole tenere sul web una specie di diario personale, questo è il mezzo ideale.

Un weblog è uno spazio virtuale che consente a tutti di pubblicare contenuti su Web in modo facile e veloce: si apre in pochi minuti, anche senza avere alcuna nozione tecnica, e si aggiorna con altrettanta facilità. Si presenta generalmente come una serie di brevi appunti presentati in ordine cronologico, con i "post" – i messaggi – più recenti visibili in cima agli altri.

Creare un blog è un modo per avere un proprio luogo in cui navigatori con interessi comuni possono incontrarsi e scambiarsi opinioni, uno spazio virtuale dove si possono leggere e scrivere notizie, interagire con le notizie scritte da altri, commentandole o integrandole.

Anche nell’ottica aziendale è diventato utile creare dei blog, che possono essere utilizzati per aprirsi al confronto coi propri clienti, chiedendo commenti su prodotti o servizi che l’azienda stessa offre. In questo modo l’azienda potrà sempre essere aggiornata sulla propria reputazione e saprà come viene vista nel mondo dai propri clienti, e, di conseguenza, avrà un utile strumento per potersi sempre migliorare, traendo dalle discussioni inserite giudizi e suggerimenti per le eventuali modifiche. Aziende di fama mondiale hanno intrapreso questo metodo per interfacciarsi coi clienti, come, ad esempio, Lancia, Chevrolet, Alfa Romeo.
Attraverso un blog sempre aggiornato, l’azienda può facilmente fare conoscere i suoi nuovi prodotti e servizi e creare una specie di passaparola tra vari utenti per diffondere le sue notizie e novità.
Inoltre, aspetto molto importante oramai nel mondo del web e di grande utilità per incrementare la notorietà di un’azienda usando Internet, i blog sono degli incredibili strumenti per guadagnare posizioni sui motori di ricerca. In questo modo la visibilità dell’azienda che gestisce un blog viene automaticamente e continuamente incrementata, dato che le pagine di un blog sono ricche di parole chiave utili per migliorare l’indicizzazione dei motori di ricerca, ed avere di conseguenza il proprio blog sempre visibile nelle prime posizioni.

Come creare un blog

Esistono numerose piattaforme di gestione blog che permettono all’utente di crearlo e gestirlo autonomamente. Queste piattaforme possono essere utilizzate anche su un dominio di proprietà dell’utente stesso. La più diffusa piattaforma per la creazione di un blog è WordPress, dotato di numerosissime estensioni per le applicazioni più disparate, gratuito, semplice da utilizzare e configurare.

20
nov

ATTIVI SUL WEB

Author: stefanoc

ATTIVI SUL WEB sembra essere la nuova parola d’ordine di internet.
Internet è nata come un sistema di comunicazione per scambiare dati e documenti tra persone e uffici anche a notevole distanza, con la sua veloce diffusione sono continuamente nati e cresciuti nuovi strumenti e nuove applicazioni di internet.
I grandi vantaggi dati da tutti gli strumenti on line hanno contribuito alla velocissima crescita e diffusione fino a portare internet nella maggioranza delle nostre case.
Il primo strumento importante apprezzatissimo e diffusissimo è stato la posta elettronica, seguito subito dopo dal WEB, il web a sua volta nel tempo si è continuamente evoluto ed aggiornato come si evolve continuamente l’uso che se ne fa.
L’evoluzione attuale a cui stiamo assistendo è importante ed estesa.
C’è una evoluzione delle tecnologie: la velocità delle connessioni, i software che ci permettono con sempre maggiore semplicità e fluidità di far passare attraverso internet, ottima grafica , musica di qualità, video di qualità simile a quella televisiva, ma specialemte oggi la tecnologia di internet ci permette di vivere internet non più in modo passivo, ma da protagonisti attivi, possiamo interagire con il web come facciamo nella realtà, possiamo dire la nostra nei siti di informazione, possiamo partecipare a discussioni su forum e blog, possiamo pubblicare i nostri video su Youtube e mostrarli a chiunque nel mondo, possiamo comprare e vendere qualsiasi cosa in qualsiasi parte del mondo., chattare con chiunque, telefonare attraverso internet, investire in borsa, dare disposizioni alla nostra banca, attivare e gestire i nostri servizi (energia elettrica, internet, telefono, …) prenotare le vacanze, controllare la nostra casa da lontano attraverso una net-cam, accendere i nostri elettrodomestici o il riscaldamento, e potremmo continuare con una infinità di altri esempi.
Il mondo delle imprese si è avvicinato ad internet con un po’ di diffidenza iniziale, poi ha scoperto i vantaggi ed i risparmi delle email ed ha scoperto che era utile avere almeno un biglietto da visita sul WEB (una pagina web), poi i biglietti da visita sono diventati delle brochure aziendali curate e complete (siti web curati graficamente e nei contenuti), il passo successivo, e dove sono ferme la maggiorparte delle aziende, è stato il catalogo dei prodotti e dei servizi sul sito.
Ora stiamo assistendo al passaggio ad un nuovo modo di essere su internet per le aziende (e non solo per le aziende); i siti web più attuali ed evoluti sono diventati dei salotti virtuali dove i clienti possono dialogare e discutere con l’azienda o tra i clienti stessi, dire la propria opinione e dare contributi; tutti possono avere un ruolo attivo, possono sentirsi li, vicino all’azienda o sentire l’azienda vicina a se anche se è dall’altra parte del mondo!
Qualcuno chiama questa nuova era di internet WEB 2 altri internet 2; una cosa è certa, i contenuti di internet aumentano vertiginosamente ed aumentano vertiginosamente le persone che contribuiscono a creare questi contenuti.Immaginate che in Italia si stima che ci siano oltre 1 milione di blog! Significa che una persona su 50 mediamente ha un suo sito personale dove scrive qualcosa e dove ci sono altri che commentano e dicono la loro.
ATTIVI SUL WEB sembra quindi essere la nuova parola d’ordine di internet. Tutti sono pervasi da questa irrefrenabile voglia di avere un ruolo attivo sul web e tutti i nuovi software e strumenti per il web sono concepiti per permettere a tutti di interagire.

Come collocarsi quindi in questo nuovo panorama ?

Sia che si tratti di privati o di attività aziendali la ricetta è quella avere un ruolo attivo, utilizzare gli strumenti e le professionalità che il mercato offre (e sono tanti, alcuni anche gratuiti!) senza trascurare nessun dettaglio.
Quando un utente si trova di fronte ad un sito non ha filtri e quello che vede si fissa immediatamente come immagine dell’azienda; un’immagine parziale, incompleta o non aggiornata diventa quindi un limite piuttosto che una risorsa, da questo rischio è necessario guardarsi bene.
E’ consigliabile attivarsi subito ed occupare un ruolo da protagonisti nel nuovo mondo WEB!

28
ott

Avvernturiamoci nel WEB 2.0

Author: stefanoc

Web 2, wiki, RSS, feed, blog, xml . . . sono tutti termini sconosciuti o inestenti fino a pochi anni fa, tutti rapprentano tecnologie o modalità usate nel web attuale che hanno visto una diffusione velocissima e continua.

Il termine Web 2.0 rappresenta proprio il nuovo modo di fare web e di essere sul web, o in generale su internet, che utilizza queste nuove tecnologie:

wiki: sono siti internet basati sulla collaborazione e partecipazione di tanti utenti, l’esempio classico di maggiore successo è wikipedia.

RSS: è lo standard attualmente più diffuso per lo scambio dinamico di informazioni tra siti web. Il formato delle informazioni utilizzato per lo scambio è XML.

Atom: assieme a RSS sono gli standard attuali per lo scambio di informazioni. I contenuti sono messi a disposizione in formato xml ed i servizi (un sito o un software) che si occupano di leggerli, si occupano anche di formattarli a piacimento.

feed: la singola informazione pubblicata tramite RSS (o Atom) che viene formattata secondo come stabilito dal sito che le pubblica.

xml: lo standard che definisce il formato dei dati usato oggi nel web per RSS e Atom ma è usato anche per svariati altri utilizzi.

Blog: Un nuovo modo di fare siti web che possiamo definirlo a metà tra le vecchia concezione di sito statico ed un forum. In un blog più utenti possono occuparsi e collaborare a pubblicare i contenuti (post o articoli) ed è possibile per gli stessi e per altri utenti lasciare commenti sui contenuti pubblicati.

22
ott

Cos’è un Blog?

Author: stefanoc

Blog è la forma contratta di weblog che è una parola costruita dai termini “web” e “log”, i log sono testi scritti in automatico per tenere traccia di cosa succede, WEB-LOG potrebbe quindi tradursi in traccia sul WEB o, in considerazione dell’uso che ne viene fatto DIARIO SUL WEB.

Il fenomeno dei blog ha inizio intorno al 1997 nel web statunitense e negli ultimi anni si è diffuso in modo veloce come un nuovo servizio di Internet anche in Europa e in Italia.

Un weblog è uno spazio virtuale che consente a tutti di pubblicare contenuti su Web in modo facile e veloce: si apre in pochi minuti, anche senza avere alcuna nozione tecnica, e si aggiorna con altrettanta facilità. Si presenta generalmente come una serie di brevi appunti presentati in ordine cronologico, con i “post” – i messaggi – più recenti visibili in cima agli altri.

Un blog è un luogo in cui navigatori con interessi comuni possono incontrarsi e scambiarsi opinioni, uno spazio virtuale dove si possono leggere e scrivere notizie, interagire con le notizie scritte da altri, commentandole o integrandole.

In italia si stima che i blog pubblicati siano oltre 1 milione, 1 ogni circa 50 abitanti, e sono in continua e rapida crescita.